Jira & Svn: semplice Project Management

Lavorando ad un progetto, una delle attività più complesse è rappresentata dalla capacità di tenere traccia delle funzionalità sviluppate:

  • Le specifiche del cliente.
  • Le risorse da cui è stata sviluppata.
  • I tempi di sviluppo.
  • I files e le strutture dati coinvolte.
  • Pre e post condizioni legate alla funzionalità realizzata.

Attualmente qualunque gruppo di sviluppo utilizza un sistema di Source Control repository; in aggiunta a tale software può essere di grande aiuto un software di Project Management.

Alcuni dei source control più complessi avranno già integrato un sistema di Project Management, es. Team Foundation Server. Purtroppo non tutti i gruppi di sviluppo e non tutte le aziende hanno la possibilità di utilizzare sistemi così complessi.

Io utilizzo come source control Svn, mentre come project management Jira.
Per consentire una corretta gestione delle attività, soprattutto se vanno riviste dopo diverso tempo, sto adottando qualche piccolo accorgimento.

Accorgimenti per i Task su Jira:

  • Per ogni attività aggiungo una descrizione esplicativa.
  • Se l’attività coinvolge modifiche all’interfaccia utente allego degli screen shot che mostrano l’applicazione attuale e poi la stessa dopo aver eseguito la modifica.
  • A sviluppo terminato, specifico i file modificati o aggiunti (codice sorgente) e le eventuali modifiche al database (Script SQL).

Accorgimenti per il Commit su Svn:

  • Inserisco nei commenti il codice ed il nome che identificano il task su Jira.
  • Inserisco nei commenti il link al task su Jira.

In questo modo è possibile cercare da Svn un file modificato in base all’etichetta che gli è stata assegnata.

Per cercare i file modificati utilizzando l’etichetta definita bisogna seguire il percorso partendo dalla cartella che rappresenta la nostra Working Copy del Repository ed andare su ShowLog, TortoiseSvn -> ShowLog (vedi foto).

Probabilmente esistono delle API che permettono di integrare Jira con Svn o un qualunque altro repository, questo però sarà argomento di un altro post.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *